blog

Tre diversi modi di Comunicare, Nove diversi Obiettivi

M5S Chi si sta giocando gran parte del consenso ottenuto alle ultime elezioni è il partito di Di Maio. I sondaggi dicono che abbia perso qualcosa anche in direzione di Salvini soprattutto al Sud. Il Movimento adesso prova il tutto per tutto per non far capitalizzare alla Lega il consenso guadagnato in questi mesi. Come? Alleandosi con i mal digeriti piddini. Una strategia che porta un movimento nato sull’onda del rifiuto di certi accordi ad allearsi prima a destra e poi sinistra. Ad ogni modo, se un anno fa è servito del tempo per far digerire l’alleanza con la Lega ora è più facile giustificare questa scelta grazie al “rancore” verso l’ex alleato. Lo scopo inoltre è quello di riavvicinarsi a posizioni di sinistra e cercare di rubare voti al PD.
👉🏼 Strategia: Non fare andare al governo la Lega, aumentare il consenso tramite le riforme e rubare voti al PD (proprio come Salvini ha fatto con loro).

PD Responsabilità(?) unita alla voglia di riacquistare quei voti che il M5S gli ha soffiato. Una strategia che riporta il PD al governo e che, dati alla mano, conferma la tendenza governativa degli ultimi anni nonostante non abbia mai vinto veramente le elezioni. Per il PD è più difficile riacquistare i voti andati ai 5S a meno di un riposizionamento della propria immagine. Il fatto che Calenda (e Renzi?) abbia lasciato il partito porta alla possibile formazione di un nuovo soggetto politico che possa mettere in cassaforte i voti dei Dem che non approvano questa alleanza.
👉🏼 Strategia: Non fare andare al governo la Lega, prender parte al possibile bottino di voti tramite riforme con il proprio bollino, mettere uomini di fiducia in Consigli di Amministrazione strategici(le famose Nomine*) e rubare voti al M5S.

LEGA Un po’ di ansia è salita, anche se l’ultima alleanza PD-5S potrebbe ancora una volta rafforzare le posizioni del Carroccio. L’obiettivo principe sono le elezioni e un governo di cui Salvini sarebbe l’azionista di maggioranza. Stare all’opposizione potrebbe comunque permettere alla Lega di giocare sulle difficoltà che PD e 5S potrebbero incontrare date le diverse posizioni (quasi su tutto).
👉🏼 Strategia: Andare subito ad elezioni (governo, nomine* eccecc) o in alternativa aumentare il consenso facendo opposizione.

HAI PARLATO DI NOMINE? è partita la corsa per conquistare posizioni strategiche nelle società pubbliche quotate e non, i cui consigli andranno in scadenza con il bilancio 2019 (cioè ad aprile 2020). Secondo una stima del Sole24Ore sono oltre 400 le poltrone pubbliche da rinnovare in una settantina di società controllate direttamente e indirettamente dal Ministero del Tesoro. Spiccano tra le altre Nuova Alitalia, Ferrovie, collegi sindacai, Agcom, Privacy, Anticorruzione, Eni, Enel, Poste, Banca Mps, Enav Fs, Rete ferroviaria Italiana, Trenitalia, la centrale acquisti Consip e la concessionaria dei servizi assicurativi pubblici Consap.

Cosa ne pensi?

AConsultazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...