ESPERIENZE

Mi sono occupato della comunicazione per due liste civiche a Corsico (2015 e 2020) e una a Buccinasco (2017). Ho inoltre collaborato sporadicamente con altre realtà territoriali ed esponenti politici locali: di seguito trovate un riassunto di tutte queste esperienze, ordinate dalla più recente alla più datata, per dare un quadro completo dell’evoluzione del mio lavoro.

2020: ROBERTO MEI E L’ALLEANZA FORZA ITALIA – ITALIA VIVA

Nel 2020 ho avuto l’opportunità di seguire la comunicazione di Roberto Mei, candidato sindaco a Corsico. È stata un’esperienza unica a livello nazionale, data l’inedita alleanza Forza Italia e Italia Viva (all’interno di Corsico Popolare), che ha portato a non poche problematiche da gestire. L’esperimento di Corsico – e qualche vecchio scivolone – ha raggiunto i principali quotidiani nazionali: Ansa, Corriere della Sera e Repubblica tra i principali. Abbiamo vissuto momenti davvero difficili e nonostante tutto possiamo dirci soddisfatti del risultato. La coalizione infatti ha raggiunto il 7,92 % di preferenze, risultato importante viste le percentuali dei due partiti in quel preciso momento storico. Sicuramente il merito va innanzitutto a Roberto, grazie al lavoro sul territorio, ma posso sinceramente dirmi soddisfatto della gestione comunicativa della vicenda (nonostante ci siano state problematiche impreviste e in piena pandemia Covid). Per un’ulteriore dimostrazione del mio lavoro, dai un’occhio alla Pagina Facebook di Roberto e al sito di Corsico Popolare!

2015 – 2020: CIRCOLO LA PIRA

Dal 2015 collaboro con il Circolo Giorgio La Pira di Buccinasco e Corsico. Oltre ad aver realizzato il logo, mi sono occupato di varie iniziative all’interno del gruppo, tra cui anche due liste civiche: Corsico Al Centro (2015) e Centristi & Popolari per Buccinasco (2017).

2017: CENTRISTI & POPOLARI PER BUCCINASCO

Nel 2017 ho curato la grafica e i social della lista Centristi & Popolari per Buccinasco. La lista si rifaceva all’area dell’UDC, presente nel consiglio comunale precedente ma assente nel nuovo panorama politico. La lista non aveva un candidato sindaco proprio, ma uno di coalizione (Licata – centrodestra). A seguito di valutazioni personali e dell‘impossibilità di agire fianco a fianco al candidato sindaco, mi sono limitato a un ruolo esecutivo e di strategia nel piccolo. L’amicizia che mi lega al Circolo La Pira è stata decisiva per la mia partecipazione, seppur minima, alla competizione. Il risultato della lista si è assestato al 2,56 %, mentre quello della coalizione al 31,91% al primo turno e di 48,31% al ballottaggio.
Sicuramente un risultato molto deludente, sia come lista che come coalizione in un contesto come quello di Buccinasco. Sono numerose le spiegazioni che mi sono dato in merito alla sconfitta, inizio con quelle legate alla lista civica : 1) La presenza di una lista civica esterna alla coalizione – Buccirinasco – che si rifaceva alla stessa area elettorale. Infatti, un buon risultato indipendente può spingere l’elettore a scegliere chi, durante il ballottaggio, può ottenere più concessioni in caso di vittoria (assessorati o provvedimenti cardine). 2) Un lavoro partito solo 3 mesi prima delle elezioni. Serve tempo per formare un gruppo forte e reperire candidati, farsi conoscere eccecc. 3) Difficoltà di farsi spazio all’interno della coalizione da parte dei rappresentanti. 4) Assenza quasi totale di appoggio di esponenti nazionali (minima e divisa con la lista civica indipendente). Ad ogni modo, se non si perde il lavoro fatto, questa esperienza può essere il punto di partenza per costruire qualcosa di buono.
Queste invece le spiegazioni per il risultato della coalizione: 1) Un candidato sindaco poco carismatico e spesso lasciato solo a livello comunicativo (l’errore più grande è pensare basti comparire ogni tanto per vincere, lasciando spazio solo a contenuti fai da te); 2) Una coalizione troppo disomogenea e poco organizzata; 3) Un programma elettorale debole sotto molti punti di vista. In questo ambito avevo proposto, nel mio piccolo, di comunicare in anticipo l’elenco dei possibili assessori. In quel caso, oltre a dare una parvenza di programmazione seria agli elettori, avrebbe spinto l’immagine di esponenti capaci che con la loro serietà (e copertura mediatica) avrebbero dato man forte alla coalizione. Quest’ultimo aspetto non dev’essere sottovalutato, infatti gli indecisi potrebbero decidere di appoggiare una coalizione anche vista la presenza di una persona affidabile in un ruolo chiave. Il tutto avrebbe facilitato anche la mia Lista, rimasta esclusa dopo il primo turno da qualsiasi ipotesi.

2017: ROSA PALONE – PD

Considerato il mio ruolo più da freelance che altro, ho collaborato con Rosa Palone, ex Presidente del Consiglio Comunale ed esponente del PD, conosciuta durante l’esperienza come leva civica. Il mio contributo si è tuttavia limitato alla realizzazione di un flyer, la Palone infatti aveva già un grande serbatoio di voti costruito nel corso della sua prima esperienza politica. A seguito della vittoria del centrosinistra è diventata Assessore con deleghe al Welfare e innovazione sociale, Cultura antimafia, Politiche giovanili e Comunicazione.

Il flyer realizzato

2015: CORSICO AL CENTRO

Sebbene fossi ancora un po’ acerbo, nel 2015 sono stato nominato Responsabile della Comunicazione di Corsico Al Centro, lista civica che correva in solitaria alle elezioni comunali del 2015. I risultati non furono però positivi, con il 2,25% di consensi ottenuti. Anche qui le motivazioni sono numerose: 1) Si trattava della prima apparizione del Circolo a Corsico (quasi sconosciuto), poco tempo prima delle elezioni; 2) Difficoltà nel reperire candidati (mi sono dovuto candidare anche io); 3) Inesperienza (anche mia). Ad ogni modo è stata una occasione straordinaria per entrare in contatto con tantissime dinamiche interne ed esterne, che ha rafforzato la mia passione per la comunicazione politica.